Il pacc(hett)o lavoro. In rima

Un bel giorno un giovincello

S’agghindò e si fece bello

Si guardo pure allo specchio

E disse: “Ehi, non sembro vecchio!”

Un colloquio andava a fare

Per una multinazionale

I requisiti ci son tutti

Qui assumono i belli e pure i brutti

Un sol dettaglio aveva dimenticato

Ch’egli il diploma aveva conseguito

Sol da 5 mesi era disoccupato

Ed a carico non aveva che un cagnolino maculato

Fu per questo ch’egli tosto

Fu rispedito a casa afflitto

Cosicché potesse pensare

a non rubare agli altri il vitto

Oggi mangia a giorni alterni

sperando solo in ambi e terni

Ma anche questa lotteria

Gli sembra solo un’agonia

Annunci

4 pensieri su “Il pacc(hett)o lavoro. In rima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...