Intervista ad un datore di lavoro moderno

Oggi il blog propone una nuova intervista, questa volta effettuata ad un datore di lavoro.

Questa chiacchierata verterà sul rapporto tra datori di lavoro e stagisti e chiarirà nello specifico il punto di vista chi il lavoro lo offre.

Alberto Sordi
Assunto Nocrazie saluta alcuni
passanti che gli chiedevano lavoro

Intervisto Assunto Nocrazie sulla panchina di una piccola zona verde su di una rotatoria al centro di uno stradone piuttosto trafficato.

Sulle ginocchia ha una confezione di bignè alla crema.

L: Salve Assunto. Vuole raccontare ai lettori del blog qualcosa di lei e del suo lavoro?

A: Buonasera. Mi chiamo Assunto Nocrazie, assunto per la prima volta nel 1988 da una compagnia assicurativa, dal 2001 ho una mia start up che si occupa di organizzazione eventi.

L: Quanti dipendenti ha la sua società?

A: Io, solo io, indiscutibilmente io. Il mio primo capo e mentore, il dottor Maiunagioia, mi ha insegnato che per lavorare bene è meglio essere in pochi ma buoni.

L: Quindi lavora da solo alla sua società?

A: No, questo sarebbe impossibile. Assumo due stagisti per volta che aiutano nei compiti più ardui come fare le fotocopie e andare a prendere il materiale dai fornitori in giro per la città.

L: Offre loro una qualche forma di rimbroso spese?

A: Certo, quando li mando a prendere i caffè o il pranzo poi i soldi glieli do, per chi mi ha preso?

L: Qualcuno di loro è stato assunto nella sua società in seguito al periodo di tirocinio?

A: Gli stagisti sono come una confezione di bignè: ne mangi uno dopo l’altro, in un sol boccone.

L: Ma nemmeno una volta ha ceduto alla tentazione ed ha allungato una mancetta a qualcuno di loro?

A: Il dottor Maiunagioia diceva sempre che se paghi qualcosa per cui puoi non pagare vuol dire che non vuoi lavorare.

L: Eh, ho capito, ma dal punto di vista dei ragazzi che assume…

A: Il dottor Maiunagioia diceva sempre che se un ragazzo non ha esperienza, di soldi deve fare senza.

L: Ma scusi, ma questi ragazzi come dovrebbero….

A: Il dottor Maiunagioa diceva sempre che chi vuol far carriera, le proprie pretese deve far scendere a tera.

L: Va beh ma…

A: Il dottor Maiunagioia…

L: Ok ok, ho capito il concetto…grazie signor Nocrazie…la sua testimonianza è stata molto importante per il blog…auguri per la sua attività…

A: Grazie a lei, ma mi lasci aggiungere solo una cosa: cercasi stagista neolaureato da almeno 4 anni con esperienza di almeno 6 anni nel settore medico per lavoro non retribuito…si assume ingegnere ateo praticante madrelingua turco che abbia maturato….

Mi allontano guardingo mentre Assunto Nocrazie continua a snocciolare annunci di lavoro mentre ingurgita un bignè dopo l’altro.

Le sue parole hanno lasciato un senso di amarezza che cozza violentemente con quei succosi bignè.

Se siete interessati alle altre interviste proposte dal blog potete leggere:

Storia di uno stagista seriale
Confessione di un raccomandato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...